Al momento stai visualizzando Sic Ania: la banca dati delle assicurazioni su ogni tipo di veicolo

Sic Ania: la banca dati delle assicurazioni su ogni tipo di veicolo

Per gli automobilisti il portale SIC Ania è una risorsa da non sottovalutare. Si tratta di un archivio che contiene al suo interno tutti i dati sulle assicurazioni per gli autoveicoli, a partire dalle singole targhe. Utilizzando questo portale possiamo trovare in fretta numerose informazioni importanti in caso di sinistro, e analizzare anche i sinistri passati. Cerchiamo di capire insieme a cosa serve e quali sono le sue funzioni.

SIC Ania: cos’è

SIC è un acronimo, e sta per Servizio Informativo Controllo veicoli. Come abbiamo detto nel nostro incipit SIC Ania è un completo database, da cui si può risalire all’assicurazione di un determinato veicolo attraverso la targa. In questo modo gli enti preposti possono scoprire in pochi click se una vettura è effettivamente assicurata o se, al contrario, non è in regola con la legge. La grande novità rappresentata da SIC Ania è l’accessibilità da parte chiunque. In caso di sinistro si può risalire, attraverso la targa, all’agenzia assicurativa, se presente.

SIC Ania è stato reso accessibile a tutti nel 2013. In quell’anno è stato emesso un preciso Decreto interministeriale, datato 9 agosto 2013. Il decreto ha istituito il database deputato al raccoglimento e alla conservazione di tutte le coperture assicurative legate alla responsabilità civile.

Il database non raccoglie solamente i dati riguardanti i contratti assicurativi, ma tiene in archivio tutti i dati riguardanti eventuali incidenti in cui l’automobile è stata coinvolta. Tra gli obiettivi dell’istituzione di SIC Ania troviamo la volontà di contrastare con forza le truffe, che in questo ambito sono state in passato molto diffuse.

Come si accede a SIC Ania?

Secondo il Decreto interministeriale del 2013 tutti possono accedere alla banca dati di SIC Ania. Per effettuare l’accesso si può utilizzare il Portale dell’Automobilista, entrando nella sezione Servizi Online, in cui possiamo trovare l’apposita voce Verifica della copertura RCA. Tra i servizi disponibili troviamo anche il controllo dell’ultima revisione. Il Portale dell’Automobilista è un punto di riferimento da tenere in forte considerazione. Permette di recuperare molte informazioni, come i punti presenti sulla propria patente.

In alternativa si può entrare direttamente sul sito ufficiale di SIC Ania, che possiamo raggiungere con l’indirizzo web https://www.servizi.ania.it/login. Per poter accedere ai servizi è necessario creare un account. Una volta all’interno della piattaforma si possono esplorare tutti i servizi disponibili. Il portale indica quali sono le agenzie assicurative che collaborano alla formazione del database SIC Ania. Attualmente sono coinvolte in questo progetto più di 100 agenzie di assicurazioni.

Il Portale dell’Automobilista e il sito ufficiale SIC Ania presentano importanti differenze. Il Portale è gratuito, ma permette un uso più semplice e basilare. Il sito SIC Ania è più completo, ma è richiesto il pagamento di una quota per il suo utilizzo. Nel prossimo paragrafo scopriremo in che modo accedere a quest’ultimo servizio.

Come registrarsi a SIC Ania

La procedura per la registrazione è piuttosto semplice. Bisogna andare nella sezione Login, dove possiamo trovare l’area per la creazione di un account personale.

Si aprirà un form da compilare in ogni sua parte. Il portale richiede le generalità di chi si sta iscrivendo, compreso il codice fiscale. Inoltre è necessario inserire sia un indirizzo email che un numero di telefono.

In fase di registrazione il sistema chiede se siamo dei privati cittadini o se al contrario stiamo rappresentando un’azienda. In base alla scelta si potranno inserire ulteriori informazioni. Completata questa fase non resta che accettare l’informativa sulla privacy e i generali termini per l’uso del servizio, e concludere così la registrazione.

All’indirizzo email inserito in precedenza riceveremo sia il nome utente che la password da usare per effettuare l’accesso. Suggeriamo di controllare con cura che la mail non sia finita in spam. Non è una situazione rara.

Dopo aver ultimato la registrazione arriva il momento di effettuare il pagamento. SIC Ania non è gratuito e il servizio richiede un pagamento per poter essere utilizzato. Attraverso l’indirizzo email si ricevono tutte le informazioni utili per effettuare rapidamente il pagamento e attivare il profilo al 100%.

Limiti e controlli

SIC Ania archivia in memoria tutte le interazioni e le ricerche svolte dagli utenti per un anno. In questo modo è possibile controllare che la piattaforma sia utilizzata in maniera lecita. Per essere utilizzata in maniera completa è necessario che le singole domande di accesso siano autorizzate.

Molto dipende dal tipo di utente. Le assicurazioni ad esempio hanno degli account specifici, che si possono attivare solo aggiungendo il codice univoco della singola agenzia. Tutti questi limiti sono necessari per preservare la privacy dei singoli cittadini.

SIC Ania è un sistema sicuro, garantito direttamente dalle istituzioni. Il database è responsabilità diretta del Ministero dei Trasporti. Le assicurazioni hanno il compito di tenerlo aggiornato in maniera costante, così da avere dati reali e affidabili.