7 December 2018

Controlla la tua auto e riparti alla grande!
Corpo farfallato

La revisione degli iniettori è necessaria da svolgere in maniera periodica sulla propria automobile in modo tale da garantire una buona salute del veicolo. Gli iniettori, infatti, consentono all’automobile il passaggio in maniera ottimale del carburante verso il motore. Grazie a questo sistema il funzionamento sarà sempre garantito e solo verificando in maniera periodica gli iniettori, si potrà garantire un ottimo funzionamento della propria automobile. La revisione degli iniettori bisogna farla spesso, in quanto è necessaria alla buona salute dell’auto. Per una revisione iniettori fatta in maniera corretta bisogna prendere sempre sotto esame l’alimentazione del veicolo che rende diverso il metodo in cui iniziare la revisione. Per i motori a benzina è necessario prevedere una revisione degli iniettori ogni 25.000 km circa, mentre invece i motori che funzionano a Diesel possono avere bisogno di un maggiore frequenza di revisione. Infatti sarà necessario prevedere un controllo di questo genere ogni 15.000 km circa. Il motore a gasolio rispetto a quello a benzina tende ad accumulare le impurità in maniera molto più forte degli altri e di conseguenza, sarà necessaria sì la revisione, ma con una frequenza almeno abituale. Per quanto riguarda i motori a GPL si può verificare la revisione degli iniettori anche ogni 60.000 km.

Iniettori benzina sporchi, i sintomi

Per capire se è il caso di procedere con una revisione bisogna effettuare dei test sull’automobile in quanto la condizione degli iniettori si misura attraverso l’analisi di differenti elementi come:

  • la resistenza;
  • la perdita;
  • il flusso.

Quando emergono problemi su questi tre versanti, allora bisogna procedere con la pulizia degli iniettori. I principali sintomi in particolare, riguardano una diminuzione delle prestazioni del motore, l’aumento della rumorosità dell’automobile, nonché dei consumi del carburante. Anche quando dal gas di scarico c’è un fumo biancastro o troppo scuro, o quando si ha difficoltà ad avviare il motore, è opportuno prevedere subito una revisione degli iniettori.

Come pulire gli iniettori

È possibile fare la pulizia sia con l’aiuto di un tecnico che anche con il fai da te. Si può decidere infatti, di pulire gli iniettori usando un additivo per carburanti che viene aggiunto al serbatoio. Ma per evitare che i problemi possano arrivare, il consiglio nella pulizia, è quello di lasciare l’auto in riserva di carburante e poi successivamente inserire l’additivo fino al nuovo rifornimento fatto con benzina o diesel di buona qualità. Il processo, per essere corretto e portare il risultato desiderato in merito alla qualità della pulizia, necessita dell’obbligo di aggiungere l’additivo almeno due volte. Fate molta attenzione però al modo in cui procedete se avete intenzione di fare da soli la revisione degli iniettori. Gli errori da evitare quando l’auto presenta i sintomi da iniettori di benzina sporchi e di aggiungere benzina al gasolio e viceversa. Evitate pulizie fatte con prodotti che possano essere considerati scadenti perché magari troppo forti oppure di scarsa compatibilità e poi, assicuratevi sempre che si tratta della procedura giusta. Infatti l’iniettore a volte non è solo sporco ma è usurato e quando si ha a che fare con un’usura dovuta al danno del tempo, è necessario provvedere ad una sostituzione.

Manutenzione

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi