17 September 2018

Controlla la tua auto e riparti alla grande!
Frizione

La sostituzione della frizione è molto importante per garantire la salute della propria auto. La frizione non è certo un elemento che può essere considerato economico. Quando diventa necessario sostituirla, è opportuno fare una valutazione in modo tale da riuscire a capire quanto costa effettivamente sostituire la frizione.

Molti automobilisti si chiedono quale potrebbe essere il modo per risparmiare nell’acquisto del kit per la frizione. E’ possibile trovare vari tipi di frizione in vendita che possono essere disponibili anche con degli sconti eccezionali. La cosa importante però, è sempre assicurarsi di trovare un elemento che sia di buona qualità e soprattutto, è bene riferirsi sempre ad un esperto che sarà in grado di riparare la frizione in maniera adeguata, assicurando professionalità e competenza. È opportuno puntare sul lavoro che sia fatto per bene, garantendo un montaggio impeccabile e allo stesso tempo, fornendo un prezzo che possa essere considerato onesto.

Diffidate da coloro che offrono prezzi troppo stracciati in quanto, si rischia di dover ripetere il lavoro una seconda volta in breve tempo e quindi il costo si raddoppierà. Chi si riferisce a degli autoriparatori improvvisati, correrà il rischio di dover affrontare nuovi problemi e di certo la convenienza sarà totalmente annullata. Bisogna trovare invece dei pezzi che abbiano una garanzia ed inoltre, sarà anche opportuno riferirsi a degli esperti del settore.

Come valutare il costo per sostituire la frizione

La valutazione del costo per la sostituzione della frizione è molto importante. Prima di far effettuare un lavoro di questo tipo da un autoriparatore, sarà opportuno chiedere un preventivo dettagliato sui lavori da eseguire. Il controllo sul prezzo va effettuato tenendo presente bene da che cosa è composto il kit frizione. La frizione infatti, è composta da 3 pezzi ovvero dal disco frizione, dal meccanismo spingidisco frizione e dal reggispinta, ovvero il cuscinetto necessario al disinnesto della frizione. Questi tre pezzi si uniscono al volano. Questa parte dell’auto infatti, è in grado di unire il movimento di due alberi che hanno velocità differenti di rotazione. Quando si usa il pedale della frizione verso il basso, allora l’auto partirà gradualmente e permetterà l’avvio del motore senza spegnimento. La frizione metterà in moto l’albero fermo oppure quello che invece ruota a una velocità differente rispetto a quello che è l’albero di trasmissione. Questo meccanismo permetterà all’automobilista di cambiare marcia e di mettersi in movimento.

Come capire quando è necessario cambiare il kit frizione

Quando l’auto inizia ad avere dei problemi, si può iniziare a pensare ad una sostituzione della frizione. In particolare, tra i primi sintomi riscontrabili che indicano un problema di frizione vi sono la variazione dei giri del motore anche senza modifiche nell’accelerazione, il cambio che non è più fluido e quindi crea difficoltà nell’inserimento marce, nonché la presenza del pedale della frizione troppo duro o troppo morbido. Anche quando il cambio “strappa” oppure la frizione “slitta”, si potrebbe iniziare a pensare a dei problemi che impongono un cambiamento del kit. La cosa importante è riferirsi sempre ad un autoriparatore esperto, appena si manifestano i primi problemi, in modo tale da non incappare poi in guai più grossi.

Manutenzione

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi