7 November 2018

Controlla la tua auto e riparti alla grande!
Pannello controllo auto

La rottura della pompa dell’acqua è uno dei vari problemi che possono interessare il proprio veicolo, lasciandolo in panne e necessitante di un pronto intervento. Ma che cos’è la pompa dell’acqua? A che cosa serve? E come possiamo intervenire per poter scongiurare questo pregiudizio?

Cerchiamo di saperne di più, scoprendo come capire se la pompa dell’acqua è rotta e cosa possiamo fare per poter prevenire le principali cause scatenanti.

Cos’è la pompa dell’acqua

Iniziamo con il rammentare che la pompa dell’acqua è un componente del motore che permette il funzionamento a una normale temperatura di esercizio: come probabilmente intuibile, la pompa dell’acqua regolarmente funzionante consente al liquido di raffreddamento di garantire al motore di evitare di lavorare a temperature troppo alte, pericolose per la sostenibilità del processo.

Se infatti la pompa dell’acqua non è in funzione, il liquido refrigerante del motore rimane bloccato nella testata senza poterne estrarre il calore. Le conseguenze sono ben note: il motore si surriscalda molto rapidamente, rischiando di rompersi e di lasciare il veicolo fermo al ciglio della strada, o peggio.

Si tenga inoltre conto che per poter sperimentare delle nocive conseguenze non è necessario che la pompa dell’acqua smetta del tutto di funzionare: è infatti sufficiente una riduzione della pressione erogata dalla pompa dell’acqua per condurre il veicolo a danni anche particolarmente costosi, visto e considerato che un parziale surriscaldamento può danneggiare termostato, radiatore, tubi e tanto altro ancora.

Cause della rottura della pompa dell’acqua

Ma quali sono le cause della rottura della pompa dell’acqua? Abbiamo voluto schematizzarle nell’elenco che segue, partendo dai segnali che non dovreste sottovalutare:

  • Perdita di liquido di raffreddamento: la pompa dell’acqua è costituita da una serie di guarnizioni che contribuiscono a mantenere il liquido refrigerante all’interno del circuito di raffreddamento, assicurando un flusso costante di liquido dal radiatore al motore. Se l’usura delle guarnizioni conduce alla loro rottura anche parziale, il liquido di raffreddamento può andare in perdita, andando a ridurre l’efficacia dell’azione della pompa. Fate dunque attenzione a osservare per terra dopo che il veicolo è stato parcheggiato per qualche ora: se c’è un liquido (spesso verde) è possibile che si tratti del refrigerante, dando pertanto una “spia” di quanto sia necessario intervenire per riparare la pompa.
  • Surriscaldamento del motore: se la pompa dell’acqua non funziona correttamente, non farà più circolare in modo regolare il refrigerante nel blocco motore, generando così un surriscaldamento dei suoi componenti, fino ad arrivare alla bruciatura dei pistoni e danni alle guarnizioni della testata. Se pertanto notate che il motore tende a surriscaldarsi molto frequentemente anche per brevi spostamenti, fate dare uno sguardo alla pompa dell’acqua.
  • Vapore proveniente dal radiatore: è uno dei segnali di avvertimento più lampanti. Il vapore che proviene dalla parte anteriore è un chiaro elemento di surriscaldamento del motore. In questo caso, bisognerebbe accostare il veicolo in zona sicura e chiamare un meccanico per un intervento sul posto. Guidare con un motore così surriscaldato potrebbe infatti essere estremamente pericoloso.
Manutenzione

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi