29 July 2018

Controlla la tua auto e riparti alla grande!
Mercedes in concessionario auto

Quando acquisti un’auto nuova presso un concessionario, ovviamente questa non ha la targa, ovvero non è identificabile se non attraverso il numero di telaio ma certamente non può essere immessa in strada fino a quando non sia dotata di targa, operazione che mette in accordo quell’auto specifica con un codice altamente visibile fissato alla stessa che è la targa. Questa operazione è detta Immatricolazione e in seguito a questo è poi necessario, a termini di legge, provvedere ad accoppiare la targa ai dati del proprietario, ovvero l’iscrizione al PRA che deve avvenire entro 30 giorni dall’immatricolazione ma nel frattempo è certamente possibile circolare con la tua auto nuova.

Acquistando un’auto nuova è possibile che questo avvenga in due modi:

  • Acquistare un’auto in pronta consegna
  • Acquistare un’auto non disponibile in concessionario se non in pura esposizione, attendendone la consegna dalla Casa madre, in pratica un acquisto su ordinazione.

I tempi per l’Immatricolazione dell’auto nuova sono piuttosto rapidi: il concessionario, immediatamente se l’auto è in pronta consegna o appena l’auto giunge in concessionaria dalla Casa Madre, avvia le pratiche per la richiesta di immatricolazione in via telematica. Il tempo di attesa dipende dai tempi per la preparazione delle targhe e la stampa del libretto di circolazione, pochi giorni, spesso in tre giorni le targhe e il libretto sono disponibili.

Come fare l’immatricolazione di un’auto nuova

Di norma è il concessionario stesso a provvedere a tutte le pratiche necessarie per l’Immatricolazione, l’acquirente deve provvedere a procurare pochi documenti:

  • Codice Fiscale
  • Autocertificazione di Residenza
  • Documento di identità

Non si vede il motivo per cui dovrebbe essere ma se vuoi puoi provvedere anche personalmente all’Immatricolazione dell’auto nuova; lo puoi fare tramite il Portale dell’Automobilista o lo Sportello Telematico dell’Automobilista ma in questo caso occorre anche l’atto di vendita rilasciato dal concessionario. Perché dovresti sostituirti al concessionario in questa pratica ci resta oscuro ma la possibilità esiste e per questo l’abbiamo riferita.

Costi reimmatricolazione auto

Esistono dei casi in cui occorre reimmatricolare l’auto, ad esempio se si intende rimettere su strada un’auto rottamata o con targhe illeggibili, deteriorate, oppure un’auto acquistata all’estero, quindi dotata di targa del Paese di provenienza. Consigliamo di rivolgersi ad un’agenzia di pratiche auto in quanto, soprattutto per la reimmatricolazione di un’auto dall’estero, le pratiche sono un po’ più complicate. Al di la del costo dell’Agenzia di Pratiche auto, i costi dell reimmatricolazione di un’auto non sono costanti, sono variabili da provincia a Provincia. Vi sono dei costi fissi:

  • Emolumenti ACI 27€
  • Registrazione PRA 32 Euro di imposta di bollo più 10,20€ di diritti DDT
  • Costo di produzione targhe e rilascio carta di circolazione 32€ di imposta di bollo

A questo si aggiunge l’IPT, l’imposta provinciale di trascrizione variabile in funzione della Provincia di Residenza e della potenza del veicolo. Per conoscere i costi specifici, ti puoi collegare al sito dell’ACI o informarti presso un concessionario o all’Agenzia di pratiche Auto che provvederà alla pratica. A titolo puramente indicativo, un’auto di potenza fino a 53 Kw per la Provincia di Napoli richiede un costo di reimmatricolazione di 196€.

Blog

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi