7 December 2018

Controlla la tua auto e riparti alla grande!
Pompa benzina

La scelta tra un veicolo con motore diesel e un Gpl è sempre piuttosto ardua da parte dell’automobilista che non ha una grande esperienza in tema di componentistica delle quattro ruote. Ma che cosa conviene comprare? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questi due motori, tenendo in considerazione costi, consumi e necessità di una periodica manutenzione?

Le caratteristiche dei motori diesel e Gpl

Per cercare di saperne di più, iniziamo con l’indagare quali sono le caratteristiche principali dei motori diesel e Gpl. Innanzitutto, sebbene non ci sia in questa sede lo spazio per poter approfondire in maniera compiuta tutte le specificità, rammentiamo come vi siano delle caratteristiche fisse che l’acquirente potrà prendere in considerazione per poter effettuare la sua scelta più consapevole.

In primo luogo, ricordiamo come un motore alimentato a diesel permetta di poter ottenere delle prestazioni migliori. In altri termini, se amate una guida particolarmente sportiva e scattante, il Gpl non è probabilmente la scelta più indicata, conducendovi invece verso la scelta del diesel. Inoltre, mediamente le vetture diesel subiscono nel tempo una minore svalutazione: se intendete rivendere le auto, andrete incontro a una maggiore facilità di mantenimento di una quota soddisfacente del suo valore.

Quanto sopra non significa naturalmente che anche i Gpl non abbiano dei concreti vantaggi (anzi, ne hanno parecchi!). questi motori infatti sono spesso più silenziosi ed ecologici, oltre  che economici, del diesel. In quest’ultimo caso, il merito è anche degli interessanti ecoincentivi che spesso sono immessi sul mercato.

Come scegliere tra diesel e Gpl

Una volta che abbiamo riassunto le caratteristiche delle due diverse tipologie di motori, non possiamo che giungere alle conclusioni: è meglio scegliere un motore diesel o un Gpl?

In primo luogo, è bene tenere a mente il prezzo di acquisto di una vettura a Gpl e quello di un veicolo con motore diesel. Stimate dunque quanti chilometri avete intenzione di percorrere in un anno con l’auto, moltiplicate il prezzo del carburante per il totale dei km da percorrere e calcolate in quanto tempo riuscirete a recuperare il differenziale tra un tipo di alimentazione e l’altro.

Per esempio, in media se si intende percorrere 30 mila km in un anno con un’auto che fa 8 km al litro, con il Gpl ci sarà un risparmio medio di circa 2.000 euro rispetto a un’auto alimentata al diesel. Naturalmente, dovrete confrontare questo risparmio in termini di consumi con il prezzo di vendita del veicolo, e comprendere se valga o meno la pena.

In linea di massima, il risparmio con il Gpl può essere maggiormente apprezzato sulle lunghe distanze, mentre sulle brevi distanze, come ad esempio i tragitti prevalentemente urbani casa-lavoro, il diesel potrebbe ancora rappresentare una scelta più conveniente.

Tenete poi conto della maggiore manutenzione che le auto a Gpl di solito richiedono: le bombole devono ad esempio essere sostituite dopo 10 anni di utilizzo (costano tra 300 e 500 euro a seconda del modello).

Insomma, effettuate una scelta consapevole e non affrettata, e siamo certi che riuscirete a individuare l’opzione migliore!

Info utili

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi