17 September 2018

Controlla la tua auto e riparti alla grande!
Manutenzione auto

Certamente acquistare un’auto rappresenta un impegno economico, sia che sia nuova che usata e il denaro che impegni desideri che dia i suoi risultati per più tempo possibile, che l’auto abbia la massima durata e altrettanto desideri che non ti lasci a piedi e che sia sicura quando viaggi. Tutte pretese giuste e legittime ma molto dipende anche da te: l’auto deve essere tenuta bene, sempre alla massima efficienza e questo significa impegnarti ad eseguire tutte le manutenzioni adeguate a perseguire questi obiettivi. Con questo articolo intendiamo darti dei consigli per la manutenzione della tua auto. Una manutenzione ben fatta previene anche guasti che rischiano di lasciarti a piedi e comunque portano a maggiori spese, quindi conviene provvedere puntualmente anche con attenzione ai “segnali” che puoi rilevare e che possono indicare che qualcosa non va bene, provvedendo a rivolgerti alla tua officina di fiducia per verificare la condizione della tua auto e sistemare subito piccoli problemi che rischiano di diventare grandi se trascurati.

Quali manutenzioni fare

Può capitare facilmente che mentre viaggi ti rendi conto che l’auto fa un rumore strano di cui non ti eri mai accorto oppure che senti un odore leggermente di bruciato o ancora che l’auto tenda ad andare da un lato o altri problemini che ti fanno pensare ad un’anomalia: in tutti i casi in cui ti rendi conto che qualcosa è diverso dalla normalità, recati presso la tua officina di fiducia senza aspettare tempo. Ma ora ecco dei consigli più specifici riguardanti la manutenzione della tua auto.

I pneumatici vanno mantenuti alla giusta pressione per evitare usure anomale, per mantenere il corretto spazio di frenata, la tenuta di strada e anche per limitare i consumi; Pneumatici con la pressione troppo bassa, infatti, aumentano l’attrito e ti fanno consumare più carburante. Fai controllare almeno ogni 2 mila chilometri la pressione che deve essere quella indicata sul libretto di manutenzione, specifica per ciascuna auto. Controlla anche lo stato di usura del battistrada e che non siano presenti deformazioni degli pneumatici, un segnale di pericolo quando sussistenti.

Il cambio olio va eseguito ogni 15 mila chilometri o una volta all’anno, utilizzando il tipo di olio raccomandato dalla casa automobilistica. Puoi utilizzare un lubrificante multigrado, genericamente adatto sia per la stagione calda che quella fredda ma se vivi in una zona con temperature invernali molto rigide conviene usare d’inverno un olio più fluido.

Il filtro dell’aria deve essere sempre pulito per consentire la corretta carburazione del motore, quindi se non vuoi sostituirlo, almeno fallo pulire bene con aria compressa in officina ma ogni tanto deve essere cambiato. Questa operazione va eseguita più frequentemente se percorri spesso strade polverose. Anche il filtro dell’olio va sostituito almeno ogni due cambi d’olio. Se hai un’auto diesel provvedi alla sostituzione del filtro gasolio ogni 40 mila chilometri. Un discorso a parte per il filtro antiparticolato che tende ad intasarsi spesso, soprattutto su percorsi prevalentemente urbani o su strade polverose: questo non incide sulle prestazioni meccaniche dell’auto ma sulla qualità dell’aria che respiri nell’abitacolo.

Le auto più recenti hanno centraline elettroniche che tengono sotto controllo molte funzioni dell’auto come la funzionalità dell’airbag, le luci eccetera. Ogni segnalazione di anomalia va sottoposta all’attenzione del meccanico e risolta immediatamente. Controlla sovente i livelli dei liquidi, in particolare quelli del servosterzo, dell’olio motore e del liquido refrigerante. Puoi provvedere autonomamente al rabbocco in caso di carenza ma tieni conto che, in teoria, non dovrebbe realizzarsi la necessità, quindi un rabbocco sostanzioso rappresenta un potenziale segnale di anomalia che richiede una valutazione del meccanico.

Di notevole importanza anche il controllo del liquido del circuito frenante la cui carenza potrebbe portare ad un malfunzionamento dei freni con conseguenze potenzialmente gravi e controlla periodicamente anche lo stato di consumo delle pastiglie frenanti, trovarti in viaggio con i freni non funzionanti non è piacevole e altamente pericoloso. Considera, al di là di tutto, che un’auto tenuta bene, con manutenzioni regolari corrette, mantiene maggiormente il proprio valore e in caso di vendita ti garantisce un maggiore introito.

Manutenzione

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi